PROGETTO SHAULA4, PRIMO CONSUNTIVO…

Da quando siamo arrivati a Jesolo con il relitt… pardon la BARCA, nonostante avessimo “la barca sotto casa” non abbiamo fatto molti progressi nei lavori di sistemazione/miglioria/rifacimento totale.

Il problema è che le soluzioni ai vari lavori sono interdipendenti: la posizione scelta per le batterie può comportare lo spostamento del frigo, la soluzione adottata per i serbatoi dell’acqua comporta lo spostamento o eliminazione dei serbatoi attuali (due taniche da 60 litri ciascuna, decisamente piccole!), bisogna trovare un posto (in regola con le norme attuali) per la bombola del gas e per il cassone per le acque nere, e così via.

Ora, dopo un mese abbondante di elucubrazioni, studio di cataloghi ed ipotesi su ipotesi, le idee sono abbastanza chiare: sò cosa voglio fare, sò (più o meno…) come voglio farlo e con quali materiali: rimane solo da farlo!

Intanto siamo a metà settembre, le giornate si accorciano e nel giro di un mesetto toccherà mettere la barca a terra.

Quando abbiamo preso la barca, pensavamo che i lavori da fare consistessero sopratutto di lavori di verniciatura, all’interno ed all’esterno, rammodernamento e completamento della strumentazione elettronica, ed eventualmente qualche intervento su vele, sartiame e motore.

Invece la situazione è che tutti i sistemi di bordo sono da sistemare, quando non da sostituire completamente:
– l’impianto del gas non eroga correttamente e la posizione della bombola non è a norma
– le batterie sono da alloggiare meglio, ed i relativi cablaggi sono da sistemare
– il frigo ha due compressori, di cui uno non funziona ed entrambi sono installati male
– l’impianto dell’acqua dolce è da rivedere completamente, ma non si capisce come fossero collegati i serbatoi originali e come potessero funzionare
– il pannello strumenti in zona carteggio è da ricostruire, dopo aver rimosso gli strumenti ed il quadro elettrico vecchi ed installato quelli nuovi
– il motore ha bisogno di un intervento di manutenzione approfondito (e forse costerà meno sostituirlo…)
– l’installazione di un cassone per le acque nere non è semplicissima, sia per posizionare il cassone e sia per organizzare le tubazioni
– l’albero richiederà una serie di lavori: installazione di una luce di fonda abbinata alla luce tricolore in testa d’albero, aggiunta di antenna VHF e sensore del vento coi relativi cablaggi, installazione di una antenna radar.
– il sartiame è vecchio, meglio sostituirlo anche se per ora non mostra rotture
– i winch del pozzetto sono malridotti, quelli sull’albero sono inservibili
– occorre un autopilota nuovo, integrato con la strumentazione
– manca la passerella ed il relativo attacco a poppa
– i tessuti dei materassini interni sono logori e vorremmo sostituirli

Problema GRAVE, la DERIVA che ha un gioco pericoloso: bisognerà capire in che condizioni si trova e come si riduce il gioco (dovrebbe esistere un sistema di recupero del gioco, ma dov’è e come funziona?

…inoltre la coperta ha urgente bisogno di essere verniciata, e gli interni invece pure!

E’ vero, abbiamo pagato la barca relativamente poco rispetto al prezzo di mercato di esemplari in buono stato, ma sicuramente arriveremo a spendere più di quello che potremo mai pensare di realizzare da una futura vendita, e quel che è peggio i tempi si stanno allungando, ed invece di navigare ci tocca lavorare!!

Staremo a vedere…

PROGETTO SHAULA4, PRIMO CONSUNTIVO…ultima modifica: 2013-09-11T20:48:02+02:00da shaula3_gian
Reposta per primo quest’articolo