PIEDE MARINO….

Ieri pomeriggio siamo partiti, e sembravano le comiche finali… Districati fuori dall’ormeggio in 6 andane, ci siamo diretti lemme lemme verso l’imboccatura del fiume, con un vento fresco da NW quasi in prua. …e facciamo la prima scoperta: abituati a navigare col chartplotter in pozzetto, farne a meno è un problema, e l’iPAD che dovrebbe fare da ripetitore è un … Continua a leggere

SI PARTE?…

I lavori da fare su questa barca per farla corrispondere alle nostre idee sono ancora tantissimi, ma la nostra prima priorità era di mettere la barca in condizioni di navigare in sicurezza le 1000 miglia che ci separano da Jesolo. Pensavamo di impiegare un mesetto ed invece, grazie alle condizioni meteo sfavorevoli ed agli innumerevoli problemi incontrati, siamo ancora quà … Continua a leggere

FIUMICINO…

Come ho già raccontato in precedenza, l’area lungo i due bracci del Tevere è letteralmente costellata di ormeggi e rimessaggi che ospitano, a terra ed in acqua, oltre 3000 barche, con una forte predominanza di barche a vela che non ci si aspetterebbe vicino a Roma. C’è di tutto, dai marina veri e propri fino agli ormeggi su 5 andane … Continua a leggere

PROGRESSI…

Adagio adagio, le cose progrediscono: – sostituzione premitreccia e giunto sull’asse elica: fatto – montaggio trasduttore log/ecoscandaglio: fatto – controllo ancora e catena, marcatura lunghezze: fatto – applicare antivegetativa: fatto (vabbé, due mani di due colori diversi!…) – sostituzione WC e relative tubazioni: fatto (e funziona, perfino!) – sostituzione forno e bombole del gas: fatto (suppergiù, funziona male) – sostituzione … Continua a leggere

HENDRIK…

Il cantier/ormeggio Tecnomar è uno dei tanti che costellano l’ultimo tratto del Tevere; non oso usare il termine “marina”, ma alla fine in questi ormeggi alla buona ci sono ben 3000 barche! Semplicemente una striscia di terra larga una quarantina di metri, chiusa tra la strada ed il fiume, divisa in appezzamenti lunghi ciascuno un paio di centinaia di metri; … Continua a leggere

SBRAAAAA….

Non so come descriverlo, immaginate il grido di dolore di una cerniera che non viene aperta da vent’anni, e forse ci andate vicino! Questo è il rumore che fa l’enorme sportello del gavone nel pozzetto, ogni volta che tentiamo di aprirlo! Il cantiere ha avuto la poco geniale pensata di costruire le cerniere in alluminio, saldandole al portellone, ma hanno … Continua a leggere

IL FORNO RIOTTOSO…

Eravamo rimasti ad un bellissimo (ma anche pesantissimo…) forno portato a bordo con acrobazie non indifferenti. Per montarlo, c’è voluta una giornata buona, perchè era mezzo centimetro più grande di quello vecchio e poi c’erano da aggiornare tutte le tubazioni (su un tubo c’era scritto “a remplacer entre le 1989”,,,,,,,,). Inoltre abbiamo sostituito le enormi ma esotiche bombole del gas … Continua a leggere

IL WC RECALCITRANTE…

Il WC che abbiamo trovato sulla barca era funzionante, a voler essere proprio sinceri. Si trattava però di un autentico pezzo di antiquariato, che comportava l’uso di una grossa pompa di sentina, attaccata in posizione piuttosto vistosa alle spalle del WC stesso ed alla quale facevano capo dei lunghissimi tubi dall’aspetto alquanto malsano che rendevano anche parzialmente inaccessibile il minuscolo … Continua a leggere